Flower bacia la Regina!

Iniziamo i nostri report con il racconto di una bellissima giornata di pesca passata a Campo di Mare.

Flower

 

Regione: Lazio
Provincia: Roma
Località: Campo di Mare

Dalle 06:00 alle 14:00

Partecipanti
Flower
Orata4me

Spiaggia di media profondità, vento da SW acqua torbida con onde dai 105 cm ai 125 cm, assenza di alghe.

Esca usata: arenicola, bibi, tranci di cefalo e sarda

Cattura
Orata
Peso 500 grammi

Montatura
Long arm, finale 150 cm di 0.25
Amo Aberdeen N’ 8
Esca arenicola
Piombo piramide da 125 grammi
Orario strike 10:30
Zona cattura 80 metri

DESCRIZIONE BATTUTA

“Secondo me non stamo in pesca”…
Queste le ultime parole pronunciate dal Flower (me medesimo) prima di iniziare il recupero più importante della sua giovane carriera di surfcaster! Ma facciamo un passo indietro e spostiamoci alla consueta partita di calcetto del martedì durante la quale non pensavo al triangolo o alla sovrapposizione ma soltanto a motivare il mio avversario Walter ma compagno di spiaggia (orata4me): “daje Orat che domenica famo la bestia, me lo sento!”
È così nei giorni successivi ci organizziamo e decidiamo per una battuta alla ndo’ cojo cojo… Cioè pe nun sape’ nè legge e nè scrive decidiamo di acquistare un cefalotto, dei tranci di sarda, arenicola e bibi… come se dice se n’è zuppa è pan bagnato…
Domenica 23 settembre ore 5 appuntamento sotto casa mia, alle 6 siamo in spiaggia, montiamo subito le prime 2 canne, inneschiamo con arenicola, lanciamo e prepariamo 2 inneschi con trancio di cefalo che speriamo possano essere una buona colazione per qualche malcapitato serra… eh già i serra… mai presi a surf, giusto qualche piccolo esemplare a Fiumicino con la bolognese e il gamberetto ma parliamo di girini rispetto ai loro genitori e nonni.

Durante il viaggio: “Flower che dici se mettemo li, al solito posto?” Ed io: “Per me l’importante è stare vicino al canale… ai nostri amichetti je piace quel punto…”
Ok detto fatto ci posizioniamo proprio a 20 metri da questo canale d’acqua dolce carichi di speranza e chissà? Sarà la volta buona?
Intanto passano 4 ore durante le quale io faccio una marmorettina che prontamente rilascio mentre o4m fa lo stesso con una minisogliola!
“Ma che i pesci de Sabaudia hanno traslocato? So’ venuti qui a fasse prende? Se fossero affezionati a tal punto da fasse tutti sti km?”
Noi stiamo qui con la speranza di prendere finalmente qualcosa che conti! Che il giorno dopo ti svegli è pensi: c’è l’ho fatta davvero, l’ho presa sul serio, non è stato soltanto un bel sogno!
Così lanciamo, ci sediamo ed intraprendiamo una chiacchiera che si protrae per una mezz’ora al che me guardo o4m e je faccio: “Secondo me non stamo in pesca” e lui “Dici? Vabbe’ recuperamo!”
C’è da dire che a causa di una forte corrente laterale che causava l’intreccio e la sostituzione dello svolazzo avevamo deciso da un po’ di cambiare il roccotop col piramidon da 125 grammi ed avevamo notato da subito una maggiore resistenza al recupero, tanto da credere di avere il pinnuto all’amo! Ma stavolta sento da subito una resistenza maggiore, alzo gli occhi e vedo la mia dedra 3 piegata molto di più di quella di o4m” Aoh io c’ho qualcosa attaccato!” …”Dici? Co’ ‘sta piramide nun ce se capisce niente…”
Dopo qualche altro giro del mio nuovo ultegra 10000 xsb so con certezza che qualcuno si è pappato la mia arenicola e che non proprio spontaneamente mi sta venendo a trovare! Recupero e vedo che dall’acqua inizia ad uscire lo shockleader: “Walter occhio che tira una cifra!” Continuo a recuperare ma ad un certo punto stop! Non riesco a girare la manovella! Proprio in quel momento la vedo, eccola li in tutto il suo splendore, luccicante di traverso per opporre resistenza fino all’ultimo istante! Mantengo la calma, sfrutto l’ultima onda e la porto a casa! E’ bellissima: “aooooohhhhhh è un’orata!!! Hai fatto l’orata!!!”, urla o4m emozionato e contento x me!
“E andiamo! Daiiiiiiiiiiiiii!!! Che spettacolo” grido io non credendo ai miei occhi!
Vedete non si tratta certo di un esemplare da notizia, al peso non supererà il mezzo kg e molti di voi ne prendono con frequenza di più grandi, ma per me è stato come il primo bacio, come il primo gol, mi capite? Un’emozione incredibile, un pieno di benzina che mi da la consapevolezza che sto facendo bene, che in questi anni qualcosa avrò pur imparato! È così si conclude questa storia che non dimenticherò mai! Ma se per qualche motivo dovuto alla futura e lontana anzianità dovessi dimenticarmene mi guarderò le bellissime foto scattate dal mio compagno di spiaggia!

[Best_Wordpress_Gallery id=”3″ gal_title=”Flower Bacia la Regina”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 Trackback